SiciliAntica_sede_di_Ravanusa

add to bookmarks

Vai ai contenuti

Muculufa: carta planimetrica



Carta planimetrica in “Relazione di accompagnamento alla richiesta di istituzione di una Parco Archeologico, Mineralogico e Paesaggistico nella bassa valle del Salso o Imera Meridionale".

. Identità cultuale della chiesa Maria SS. Assunta di Ravanusa. Regesto storico, Progetto di Restauro e Adeguamento Liturgico


Riceviamo e pubblichiamo con immenso piacere ed orgoglio il lavoro di Angelo Di Natali:
tesi di laurea magistrale sulla nostra chiesa “
del Convento” con lo scopo ultimo di individuare e proporre soluzioni di restauro e di adeguamento liturgico della stessa

link sulla planimetria

. Muculufa: Ex feudo di Magalufa e Soro Marchesa


Relazione di accompagnamento alla richiesta di istituzione di una Parco Archeologico, Mineralogico e Paesaggistico nella bassa valle del Salso o Imera Meridionale.

. Marchesato di Bifara e la statua della "Madonna delle Grazie"

Breve sintesi sulla vita del Marchesato di Bifara e richiamo alla statua della "Madonna delle grazie" di scuola Gagitana.


. La "Battaglia di Remise"



RILETTURA della

Battaglia di Remise” e del duello tra Salvatorem de Palmerio e Melk Kelb Mulè su Monte Saraceno (Ravanusa)

di Eugenio Nobile


. Lettera aperta


Richiesta di affidamento al
Museo ArcheologicoS. Lauricella” di Ravanusa del reperto N. I. 1319 e cioè della “Pelike a figure rosse con scena, sul lato A, del rapimento di Europa e, sul lato B, della raffigurazione di un cinghiale”, attribuito al Pittore di Geras, attualmente custodito nel Museo Archeologico di Agrigento.

Il Presidente
Franco Di Natali

Solo visualizzazione __ Stampa


. Madonna di Ravanosa presso all'Alicata

La “La Madonna di Ravanosa”, da Padre Ottaviano Cajetani (Biblioteca Nazionale Palermo.


Di Eugenio Nobile

. I bei reperti del Museo Archeologico “Salvatore Lauricella” di Ravanusa

Per la serie, "I bei reperti del Museo Archeologico “Salvatore Lauricella” di Ravanusa", Il ratto d'Europa nella iconografia vascolare del Museo Archeologico di Ravanusa.


. La Miniera “Conte Bosco” di Ravanusa (Ag)

La miniera, a dispetto della poca notorietà di cui gode tra gli abitanti di Ravanusa, ha origini molto antiche. Abbiamo rintracciato indizi sulla sua esistenza a partire già dall'anno 1818. In una cartolina postale


. "Genealogia della famiglia di Simone Lentini scultore"


Riceviamo e pubblichiamo con immenso piacere ed orgoglio il lavoro di Raimondo Lentini, storico e genealogista, recante notizie su tutti i Lentini della provincia di Agrigento tra cui Simone Lentini, autore della statua di San Vito custodita nella Chiesa Maria SS. Assunta di Ravanusa (Chiesa del Convento).

link

LE ORCHIDEE DI“Pizzo Muculufa”area SIC ITA05001



Particolare menzione meritano le orchidee spontanee che, numerose, possono essere osservate nell’areale della “Muculufa”.

continua



Alcune immagini

. San Vito Chiesa Maria SS. Assunta Ravanusa


L'intervento di pulitura della statua del santo. Scoperte, immagini, descrizione e bibliografia sui "Lentini da Naro", autori dell'opera.

Di Eugenio Nobile






.



. Il Palazzo Ducale di Castelvetrano e i Tagliavia, signori del Casale Ravanuse


Breve relazione su uno stucco ritrovato nel Palazzo Ducale di Castelvetrano e che riporta la dizione "Casale Ravanuse".

Di Eugenio Nobile

. Ravanusa:
le baronie dal 1300 al 1402

a cura di Eugenio Nobile



Riceviamo e, con gioia, pubblichiamo un contributo fotografico inviatoci dall’amico Enzo Napoli di Castelvetrano, coautore di diversi volumi sulla storia e le origini di Castelvetrano e, in particolare, del preziosissimo volume edito dal Lions Club di Castelvetrano “Carlo d’Aragona e le travi dipinte della Chiesa Madre. Araldica, storia e arte a Castelvetrano tra XV e XVII secolo”.

leggi tutto


A partire dalla conquista della Sicilia da parte dei normanni, la "terra di Ravanusa" fu dominio di diversi feudatari. Il succedersi di questi "domini" è stato mirabilmente raccontato da diversi storici locali, ma anche da altri autori quali:
-V. Amico in “Dizionario topografico della Sicilia”;
-
G.L. Barberi in «Il Magnum Capibrevium dei Feudi Maggiori;
-
G. Pipitone in “Regesto De' Diplomi dell'Archivio Pignatelli in Palermo”;
-
E. Igor Mineo in “Nobiltà di stato ...".

Minore notorietà, almeno nella nostra comunità, ha invece avuto un altrettanto importante storico siciliano:
Prof Antonino Marrone.
Questi ha pubblicato diversi lavori che, incidentalmente, riguardavano anche la nostra cittadina. Tra i vari titoli, tutti reperibili sul sito www.mediterranea.it, ricordano:

-“sulla datazione della «descriptio feudorum sub rege friderico» (1335) e dell’«adohamentum sub rege ludovico» (1345)”;
-
Repertorio degli atti della Cancelleria del Regno di Sicilia dal 1282 al 1377”;
- “Datazione degli atti sovrani del Regno di Sicilia compresi nei primi registri della R. Cancelleria (regg. 1-16) e del Protonotaro del Regno (regg. 1-5), attinenti al periodo 1282-1377. Ricomposizione ideale di alcuni registri originali della cancelleria attinenti al regno di Ludovico (1342-55) e di Federico IV (1355-77)”.

continua


. Missione Ravanusa, Dicembre 1998


Campagna di scavi nel sito paleontologico di C.da "Fiumarella" nel Comune di Ravanusa


raccolta cartografica

. Raccolta cartografica


Dalla mappa di Al Edrisi del 1160 ad Abraham Hortelius -1589 passando per l’Atlas di Gerardo Mercatore -1595, C. Ptolemeus - l. Fries del 1541, Cronica Stumpf -1548 fino alla Car. Amm.va del Regno delle Due Sicilie.


a cura di Eugenio Nobile

Relazione finale della campagna di scavi nel sito paleontologico di C.da Fiumarella nel Comune di Ravanusa


di Enzo Burgio
Conservatore Museo Paleontologico “G. Gemmellaro”, Palermo



La fauna ad Elephans Mnaidriensis di C.da Fiumarella nel Comune di Ravanusa


di Eugenio Nobile
Presidente Associazione ONLUS ArcheoPaleoClub di Ravanusa

Articolo tratto dalla fanzine
RAHIM
a cura dell'Associazione ONLUS


ArcheoPaleoClub di Ravanusa,

_______
Dicembre 1998




Il Mondo, l'Italia e la Sicilia nelle carte.

Per gli appassionati di cartografia antica questo è un luogo dove poter accedere a un discreto
database di antiche carte geografiche. Le pagine sono state allestite a dispetto della enorme difficoltà che trovano gli internauti quando si cimentano nella ricerca di questo tipo di materiale.
Le tavole sono accompagnate da una breve didascalia o rimandano a siti specializzati per una più esaustiva illustrazione. In ogni caso abbiamo indicato non solo l'autore della mappa ma anche l'anno di incisione della stessa.
Sicuri di aver fatto cosa gradita, confidiamo negli appassionati per una attiva partecipazione. Saremo grati a chiunque volesse segnalarci o inviarci ulteriori mappe all'indirizzo info@ravanusasiciliantica.it. Queste devono avere alta risoluzione ed essere accompagnate da una didascalia con indicato l'autore, la data di pubblicazione e quantaltro potrà essere utile o curioso da conoscere.

qui le sliders in formato flash hml



. K.r.kûd o K.rkûr


Probabile ubicazione della citta araba di Qarcûdi in C.da "La Montagnella" o in C.da "Bifara"

leggi tutto

Da Girgenti (Agrigento) [Djirdjent in Amèdèe Jaubert] a Qarqûdi [Q.r.qûdhi – Mole di Draffù in Annliese Nef] verso levante 118 miglia.
Da
Qarqûdi a Naro 24 miglia. Da Naro a Girgenti 12; da Naro a Caltanissetta 21 [Cala’t el-Nisa in Amèdèe Jaubert]; e da Caltanissetta a Qarqûdi 15 per mezzogiorno.

Questo
Qarqûdi è bel paese, posto sulla vetta d’un monte, che poche ve n’ha tanto inaccese.
Gli appartiene buono e fertile territorio, con eccellenti e feracissimi campi da seminare.
Non lungi da quel contado ed a levante di esso il fiume Salso.

… Lasciatala a levante, trapassa a levante di
Qarqûdi, come abbiamo detto, dal quale paese il fiume si discosta per nove miglia poco più o poco meno.
Lì storcendo corre diritto a ponente; ma arrivato a
Licata [Alicata in Amèdèe Jaubert], volge a mezzogiorno e mette foce a piccola distanza da quella,
Da
Qarqûdi a Butera [Buthira in Amèdèe Jaubert]verso mezzogiorno corron dodici miglia per le montagne e ventiquattro per altro cammino.

leggi tutto


ARCHIVIO
(cliccare sui numeretti in basso per selezionare l'archivio)


  • 19 dicembre 2010

    Inaugurazione sede locale di SiciliAntica

    visualizza tutto

  • Primo ArcheoIncontro


    di Francesco Di Natali
    Presidente Asso. SiciliAntica sede di Ravanusa



    vai alla presentazione

  • Secondo ArcheoIncontro


    di Francesco Di Natali
    Presidente Asso. SiciliAntica sede di Ravanusa



    vai alla presentazione

  • Esercitazione Soccorso Alpino Speleologico

    CNSAS e Provincia di Caltanissetta

    supporto logistico Ass. SiciliAntica di Ravanusa

    "MUCULUFA 2010”
    PRIMA ESERCITAZIONE IN AMBIENTE MINERARIO

    visualizza tutto

  • Regio Decreto 12 Aprile 1847

    Decreto portante modifiche alla
    circoscrizione territoriale di alcuni comuni"

    Decreto originale

  • Le orchidee spontanee di

    Pizzo Muculufa (Area SIC ITA05001)



       

    visualizza tutto

  • I minerali della Serie Gessoso Solfifera Siciliana

    Feudo "Magalufa"

    (Muculufa) - BUTERA -


             

    visualizza tutto

  • La facies astiana, i xenoliti e i teleostei

    nell'agro del Comune di Ravanusa



    visualizza tutto

____________________________

I video di SiciliAntica


www.siciliantica.it





____________________________

Le altre sedi


Area di contatto con l'Associazione

data: